Appunti di vendemmia 2017

Immagine per la news Appunti di vendemmia 2017 - Azienda Agricola Montonale

In cantina la fermentazione del nostro rosso La Conta sta ultimando, e così tutte le fermentazioni dell’annata 2017 saranno giunte al termine.

Quest’anno si è distinto per le temperature molto calde, con un’unica eccezione: durante alcune notti di metà aprile un’escursione termica repentina dovuta a una massa d’aria artica ha portato le temperature da 22°C a circa 0°C in poche ore, causando danni ai grappolini già esposti e provocando una perdita prematura del nostro raccolto di circa un 20%. La gelata primaverile ha colto tutti di sorpresa, poiché l’inverno mite e la primavera precoce non lasciavano presagire un tale evento.

[Foto: grappolini di Turbiana]

Da giugno le temperature si sono alzate rapidamente, dando il via a un’estate molto calda e con pochissime piogge, che ha favorito uno stato sanitario eccellente del vigneto grazie a livelli di umidità molto bassi. Una spiccata escursione termica tra giorno e notte (fino a 8°C di differenza) ha contribuito ad amplificare i precursori aromatici nei nostri grappoli.

[Foto: grappolo di Turbiana quasi pronto per la raccolta]

La raccolta è iniziata con circa 10 giorni di anticipo. Alte temperature e scarsa umidità ci hanno permesso di fare un’ottima cernita: la vendemmia è stata fatta manualmente (come ogni anno), con almeno due passaggi in ogni vigneto per raccogliere l’uva al momento di perfetta maturazione. I grappoli sono stati subito trasferiti in cantina, per preservare la massima integrità degli acini e procedere subito con una pressatura soffice.

[Foto: momenti di vendemmia]

Tempi di racconta:
fine agosto – Turbiana (Metodo Classico Brut), Merlot (La Conta)
inizio settembre – Groppello, Marzemino, Barbera, Sangiovese (Rosa di Notte Chiaretto, La Venga)
dal 18 settembre – Turbiana (Montunal Lugana)
inizio ottobre – Turbiana (Orestilla Lugana)
20 ottobre – Cabernet Sauvignon (La Conta)

[Foto: nastro che carica l'uva intera in pressa]

Dai primi assaggi di Roberto - il nostro enologo - il profilo sensoriale che si sta delineando è davvero interessante: dall’annata 2017 ci aspettiamo vini di forte intensità aromatica, acidità equilibrata e struttura vigorosa grazie ad alcol e a buon estratto.
I nostri Lugana Montunal e Orestilla mostrano già una distinta nota minerale; nel Rosa di Notte , il nostro Chiaretto, è accentuata l’aromaticità delle uve a bacca rossa, in particolare del Groppello che ci già propone al naso una nota decisa di fragolina di bosco; il rosso La Venga esprime note di frutta fresca succosa e il rosso La Conta (ancora in fermentazione) preannuncia grande concentrazione e vigoria.

[Roberto Girelli, titolare ed enologo, in barricaia]

Inizia ora il percorso di maturazione sulle fecce fini per i nostri Lugana e il Chiaretto e l’affinamento in tonneaux da 500 litri di rovere francese per La Conta. Vi aggiorneremo!

Condividi la notizia

Le ultime notizie

  • 12 novembre 2018

    Raccolte le olive di Montonale

    Frutti sani, alta resa: l'olio EVO sarà ottimo

    Continua a leggere
    Immagine per la news Raccolte le olive di Montonale
  • 19 ottobre 2018

    Con "Storie di Lugana" Montonale si racconta

    Debutta con l'autunno la newsletter dell'azienda gardesana

    Continua a leggere
    Immagine per la news Con "Storie di Lugana" Montonale si racconta
  • 1 ottobre 2018

    Wine Spectator premia Orestilla

    91 punti per il Lugana Orestilla 2016 di Montonale

    Continua a leggere
    Immagine per la news Wine Spectator premia Orestilla

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza sul nostro sito. Navigandolo accetti termini e condizioni della nostra Privacy Policy.

Accetta