Tutti i vini

Luce d'Alba

Bottiglia di Luce d'Alba - Azienda Agricola Montonale

Denominazione

Brut Metodo Classico Millesimato

Vitigno

100% Turbiana

Le uve sono raccolte alle prime luci del mattino, da qui il suo nome, per preservarne la freschezza. Turbiana in purezza rifermentato in bottiglia dove il vitigno è spinto all’ennesima potenza, trovando nuove modalità espressive. Una sfida da lanciare nelle migliori vendemmie.

Dalle fresche argille dei terreni che accolgono le nostre vigne di Turbiana nasce questo spumante metodo classico che deve il nome all’abitudine di vendemmiare i grappoli all’albeggiare, per preservarne la freschezza. Ottenuto dalla soffice spremitura di uve Turbiana in purezza, di cui rappresenta la declinazione più esuberante.

Vigneti di origine

Si selezionano le uve più adatte alla produzione di questo vino dai vigneti aziendali nel borgo di Montonale, esposti a una ventilazione costante che permette un’ottima maturazione dei grappoli.

Vinificazione

I grappoli sono selezionati e raffreddati prima della pressatura, in modo da preservare il più possibile i precursori aromatici. Avviene quindi una spremitura soffice in assenza di ossigeno, per evitare l’ossidazione dei componenti nobili dell’uva; si seleziona solo la frazione del mosto fiore, ottenuto a pressioni molto delicate. Il mosto è fatto illimpidire per decantazione naturale, e fermenta per 10 giorni in serbatoi di acciaio inox a temperatura controllata. Il vino matura almeno 6 mesi sulle fecce nobili con costanti bâtonnage. Imbottigliato in primavera, inizia la rifermentazione in bottiglia alla temperatura di 12°C. Raggiunge una pressione di 6 bar e rimane nella bottiglia coricata a contatto con i lieviti per almeno 30 mesi. Terminato l’affinamento si effettua la sboccatura e riposa in bottiglia per almeno 3 mesi.

Aspetti organolettici

Colore giallo paglierino con brillanti riflessi. Al naso svela ricordi di fiori bianchi, profumi di pesca gialla, zest di limone candito, lievi note balsamiche di resina e cera d’api e sfumature di lievito, impasto di pane, ad arricchire il bouquet. Al palato solletica il perlage finissimo e delicato, ritornano le sensazioni di scorza candita e pesca nettarina che donano polpa, assieme alla ricchezza cremosa a dargli finezza. Sorprende la vibrante freschezza che sul finale si trasforma in sapidità minerale, regalando ampiezza e grande pulizia gustativa.

Abbinamenti

Adatto a svariati accostamenti grazie alla sua versatilità, si sposa ad antipasti sfiziosi con crostacei e frutti di mare, a risotti e primi piatti saporiti, a secondi a base di pesce o carni bianche. Da provare con luccio in concia bresciana, ricetta della tradizione locale.

Bottiglia di Luce d'Alba - Azienda Agricola Montonale